I numeri della Pirateria? Dati a casaccio

LA MPAA  (Motion Picture Association of America) reclama una perdita monteria pari a 58 bilionni di dollari dovuti (secondo loro) alla pirateria informatica. Sempre secondo il loro dire la pirateria avrebbe causato altresì anche perdite di posti di lavoro pari a 373 mila unità. Se ciò fosse vero sarebbe un evento catastrofico per l’industria cinematografica.

Ma è mai possibile tutto ciò?

A quanto pare sembra essere una bufala. Questi risultati infatti non sono una ricerca fatta sul campo ma bensì una stima (dichiarata poi come effettiva) fatta calcolando le attuali leggi sul copyright.

Di certo esistono effettive perdite dovute alla pirateria, soprattutto se si guardano le stime di vendita discografiche dal 1973, dati disponibili pubblicamente dal RIAA per pochi euro (e li ringrazio di cuore per questo), infatti si passa da un ricavo di 14,6 miliardi di dollari ad quasi 8, ma sicuramente questi dati sicuramente attendibili non sono affatto paragonabili alle lamentele sostenute dalla MPAA. Comunque queste quantità di perdita non toccano assolutamente altri settori comperti dalla legge sul copyright.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...